Posts Tagged ‘schifo’

Milano 15

aprile 8, 2009

Torna di stringente attualità una vecchia battuta di Paolo Rossi:

“Comprate casa a Milano 15,
un’oasi di verde a 5 minuti dal centro di Pescara”

E per soprammercato, indovinate da chi è stato costruito il nuovo ospedale dell’Aquila venuto giù come fosse di cartapesta?

Annunci

400 milioni (NOSTRI) per far fallire il referendum

marzo 9, 2009

È da quando ho letto l’articolo su lavoce.info che penso non ci siano molte speranze e nicchio su questo post.

Ma almeno che più gente possibile sappia come buttano i nostri soldi, mentre piangono miseria.


È che avete troppa fretta

febbraio 7, 2009

In fondo si tratta di portare pazienza
ancora una dozzina d’anni,
poi Eluana va in menopausa ***

Novità sul 55%

dicembre 3, 2008

Per rendersi conto dell’aria che tira tra i professionisti del settore, leggete su questo forum.
Penso che due o tre pagine su 25 siano sufficienti.

Breaking news: Tremonti fa marcia indietro.

Per intenderci: è come se uno ti caga in salotto,
poi infila nella merda un petardo acceso,
poi spegne il petardo e tu gli dici grazie.

Devo aver capito male

dicembre 2, 2008

Dovevo assolutamente andare a dormire.
Dai, leggo solo un post, solo uno. Questo:

Ma sono io che sono stronzo, come cercano di farmi capire quando mi rendo sgradevole parlando di Chiesa con amici e parenti.
Ovviamente devo aver frainteso.
Se è così, abbiamo capito male in molti.

Spaesato
Yoshi
Malvino
Lalli
Cadavrexquis
forma mentis
Metilparaben
Totentanz

E poi mi sono fermato perché non è cosa.

from hronir

…ma si potrebbe continuare con Leonardo, il laicista, Paolo De Andreis, formicablog… e, nel mio piccolo, io stesso

Scusate, ma voi quanto li pagate gli ortaggi?

novembre 18, 2008

A questo agricoltore pagano:

5 cent/kg le patate
4 cent/kg i finocchi
5 cent/kg l’insalata

Go-go-go-go-governo! Taglio agli incentivi del 55% per rinnovabili in edilizia

ottobre 18, 2008

Stavo per aggiungere al post qui sotto, a mo’ di sentita concessione:

“Ok, meno stress sulle aziende, ma facciamo un grosso investimento e acceleriamo sul risparmio energetico in edilizia, soprattutto sull’esistente. Spingiamo con incentivi, ma anche con la promozione e la comunicazione”.

Infatti:

  • in termini di emissioni, consumi energetici e inquinamento urbano il riscaldamento degli edifici è un fattore importante (se non il primo).
  • Il ritorno in termini di risultati rispetto agli investimenti, almeno in questa fase, è ingente; non credo ci sia un campo in cui già le prime due lire – se correttamente spese – rendano di più.
  • I vantaggi sono ambientali, strategici, economici per le aziende e per i cittadini.

ED ECCOMI SERVITO:

Taglio agli incentivi del 55% per rinnovabili in edilizia.

(ma la loro logica, signori, è questa. E De Biase, come al solito, fa un’analisi efficace)

Edit: la situazione è ancora poco definita.
Si veda qui per aggiornamenti.

Cambiamenti climatici

settembre 15, 2008

Se questo è il clima… be’, preferisco l’effetto serra.