Posts Tagged ‘razzismo’

Signor sindaco, Lei è un razzista

ottobre 29, 2009

Da metilparaben

C’è uno strano virus che da qualche tempo colpisce i sindaci italiani;
dopo quello di Sedriano (MI), dopo il sindaco di Treviso Gentilini, condannato a 3 anni senza comizi per razzismo, ecco il sindaco di Montalto di Castro (VT) Salvatore Carai.
Affacciatosi alla ribalta dei riflettori per questa signorile frase pronunciata contro i cittadini rumeni:

Dalle nostre parti le uniche bestie sono gli immigrati rumeni. Loro sì che lo stupro l’hanno nel sangue.

Sul sito dell’Aduc è disponibile l’indirizzo dove inviare email di protesta che qui ripropongo.
Parafrasando G. Verdi potremmo dire: “Brevi e tristi giorni visse” il “povero Bersani” cui già tocca affrontare questi problemucci…

Indirizzi a cui inviare il messaggio:
sindaco@comune.montaltodicastro.vt.it
pierluigibersani@gmail.com
info@pdlazio.it

Messaggio consigliato:
Al Sindaco di Montalto di Castro
e p.c.
– Segretario nazionale PD
– PD Lazio
In seguito all’affidamento ai servizi sociali di un gruppo di suoi concittadini presunti responsabili di una violenza contro una ragazza del posto, Lei ha affermato: “dalle nostre parti le uniche bestie sono gli immigrati rumeni. Loro sì che lo stupro l’hanno nel sangue”.
Signor sindaco, Lei è un razzista.
Se non chiederà immediatamente scusa ai milioni di cittadini europei da Lei insultati, non potrò mai più in buona fede votare per Lei o per il partito che stupidamente L’ha candidata.
Un/a cittadina/o indignata/o,
(Firma)

Annunci

Sbiancamento anale

Mag 10, 2009

Trovatona della Littizzetto per (è proprio il caso di dirlo) pararsi il culo e non parlare delle cose importanti.

Un giorno qualcuno si chiederà, anzi, mio figlio e forse mio nipote mi chiederanno:
“Ma tu dov’eri quando hanno [re]introdotto le leggi razziali?”

Non lo so, non lo so dove mi trovo adesso.

Però un’idea la si può avere, leggendo di come trattiamo anche quelli che ci farebbe più comodo – per puro interesse – coccolare.

(via Scacciamennule)

Io aspetterei a dire certe cose; tuttavia…

ottobre 3, 2008

…ben gli starebbe:

Stechiometria

Mag 1, 2008

In un bosco di abeti rossi c’è un larice ogni 100 abeti.
Gli abeti muoiono tutti. Quel che resta è un bosco di larici?

Stasera sono tornato a correre dopo una pausa che durava da troppo tempo.

È da quando sono tornato a Carpi (6 anni, ormai) che ogni due o tre sere corro per le strade della città.

E la città si direbbe piena di immigrati; singoli, coppie, crocchi, gruppi.

Scrivo si direbbe perché in realtà non riempiono la città. È che ci sono solo loro. E devo pure ammettere che con tanta gente in giro mi sento più tranquillo (provate a dimostrarmi che dovrebbe essere il contrario).

Girando, passando loro vicino, non mi viene da pensare “Quanti stranieri!“, ma “Dove cazzo sono i carpigiani?

Vorrei che fossero tutti dediti ad attività di incredibile valore, ma temo che parecchi di loro stiano sul divano davanti a Vespa.

(e, comunque, c’è una bella differenza tra una Carpi e una Roma)

Una bella fiaba per Natale…

dicembre 24, 2007

Le tre melarance

Non voglio banalizzare, si tratta di una delle fiabe
dalla tradizione più ricca in assoluto
(cfr. http://www.folklore.ee/folklore/vol27/kawan.pdf).

Però come tutte le fiabe ha almeno un lato oscuro;
qui è quello della "brutta saracina".
Ed è un tema sostanziale del racconto.

Ma mi colpisce la spudoratezza con cui, ancora nel 1968,
il Cantafiabe voleva evidenziarlo nella variante I tre cedri:

/misc/media/niftyplayer.swf?file=http://files.splinder.com/ab49d8928fbb809a507a0e35a79f0d07.mp3&as=0

Mi ha richiamato un post del Dr. Psycho,
Le favolose avventure di Tintin tra i negri.

Comunque, Buon Natale a tutti!