Posts Tagged ‘paesaggio’

Perché Weissbach?

ottobre 13, 2007

La frana che ieri è avvenuta in un posto che mi è molto caro mi dà l’occasione di rivelare (alle miriadi e miriadi di curiosi che ogni giorno me lo chiedono) l’origine del nome di questo blog.

Weissbach - Cima UnaLa mappa [persa con la fine di Splinder] mostra l’itinerario – di appena 5,3 km – che va dal Weissbach di Passo Montecroce al punto della Val Fiscalina su cui – da quello che ho capito – si sono rovesciate le macerie della frana che si è staccata da Cima Una.

Il Weissbach (Rio Bianco) è il ruscello che scorre sul bianco e ampio greto che è visibile in corrispondenza dell’inizio del percorso.

Eccolo qui:

2016-weissbach

E smettetela di dire che è la valle dei vip.
QUELLA VALLE È MIA!
Precioussss…

Trivellare o non trivellare?

settembre 11, 2007

Come per tutte le cose, esagerare in una direzione o in un’altra porta al disastro. Affannarsi a scavare buchi per cercare di "raschiare il fondo del barile" non ci porterà a niente, ma non possiamo nemmeno smettere di cercare il petrolio dove è ragionevolmente possibile trovarlo. Il petrolio deve durare ancora perlomeno un paio di decenni: ci deve servire a imparare fare a meno del petrolio.
Articolo completo…

TAV, nubi & Calatrava

luglio 4, 2007

Vista dal mio ufficio – 04/07/07 h18.05

TAV e Calatrava

Panoramio

giugno 3, 2007

Se usate Google Earth, avete sicuramente notato i segnaposto di Panoramio.
Bell’idea.
E ovviamente Google li sta comprando.
Questa è la mia pagina, con le prime foto.

INTERVISTA A EDOARDO SALZANO

Mag 26, 2007

Proiettata la sera del 25 maggio 2007 alla Sala Peruzzi.

http://video.google.com/googleplayer.swf?docId=-2172300932384452623&hl=it

Conferenza sull’edilizia a Carpi

Mag 21, 2007

VENERDI’ 25 MAGGIO 2007

Alle ore 20:45 presso la Sala Convegni di via Peruzzi a Carpi (MO)

Molise, paura del vento

marzo 14, 2007

Riporto il mio commento a un post di Marco Pagani sul progetto di wind farm in Molise.

Dispiace leggere su Repubblica di ieri che la Regione Molise ha dato parere negativo alla realizzazione di un impianto eolico off-shore. Dispiace ancora di più che il ministro (molisano) delle infrastrutture abbia fatto pesare il suo no.

Il problema è che ci troviamo sempre in uno schema tutto-o-niente.

Siccome è giusto accettare dei compromessi, si ha paura sempre di dover accettare qualunque cosa; e a volte chi propone fa di tutto per dare questa impressione.

Io credo che la questione del dialogo sia un aspetto fondamentale.

Io non credo che le turbine eoliche si possano installare proprio dappertutto; però questo deturpamento del paesaggio io non ce lo vedo.

A me piacciono pure; ma sono gusti personali.

Certo che anche il dialogo sarebbe agevolato dalla COSCIENZA DELLA GRAVITA’ DELLA SITUAZIONE ENERGETICA.

Per come siamo messi, dovremmo mettere una turbina su ogni campanile… :-O

EDIT: da notare il fatto che Legambiente e Greenpeace sono A FAVORE del parco eolico.