Posts Tagged ‘nokia’

Si chiama Industrial Design… perché è industrial!

agosto 17, 2007

Siamo circondati da oggetti che vediamo e usiamo tutti i giorni,
ma raramente ci soffermiamo a considerare le ragioni per cui hanno l’aspetto che hanno.

Talvolta mi capita di notare dei dettagli che mi sembrano strani: una analisi poi rivela che dietro a questi stanno necessità industriali.

Mentre nell’uso italiano la parola design rievoca valori estetici, in quello anglosassone esprime soprattutto l’intenzionalità progettuale.
Per cui gli esempi che ogni tanto pubblicherò non brilleranno per importanza o stile; saranno inoltre estremamente ovvii per chi produce questi articoli; ma quasi mai per noi consumatori qualunque.

Esempio n. 1 – Nokia 6680

01 Nokia 6680

Osservando il Nokia 6680 si può notare una cosa invisibile in altri modelli analoghi.
Ossia che il "vetro" del display è ricavato per macchina utensile dal pieno di una lastra, invece che essere prodotto per stampaggio ad iniezione (processo usato per quasi tutti gli altri pezzi del telefono).

La cosa è resa più evidente dalla presenza di uno smusso, tipico del 6680.
I riflessi sullo smusso evidenziano una tipica rigatura da fresa.
Gli smussi in vista sui pezzi iniettati sono solitamente lucidi, come ad esempio quelli della pulsantiera.

02 Nokia 6680

Se ne conclude (come anticipato) che lo schermo del Nokia 6680 (molto probabilmente di policarbonato) non è prodotto per stampaggio ad iniezione ma per fresatura CNC da un pannello piano.
Non solo per gli smussi inferiori, ma per tutto il pezzo: contornatura globale e tasche dell’altoparlante.
La ragione di ciò? Lo stampaggio ad iniezione sarebbe più semplice ed economico e conferirebbe maggiore qualità alle finiture dei margini, ma non potrebbe dare la necessaria planarità speculare al display.
Così si preferisce una tecnologia più costosa (e con bordi più grossolani) per massimizzare l’aspetto più importante: la resa ottica dello schermo in riflessione (gloss in vendita e fuori) e trasmissione (uniformità geometrica nella lettura).

Annunci

Sei tu che fai il lavoro o il lavoro che fa te?

dicembre 23, 2006

Ho avuto giorni un po’ pesanti.
Mi sono trascinato dietro la documentazione di 3DQuickPress da leggere.
Comunque il Nokia770 permette ormai una consultazione decente
(anche se non ideale).
Faccio presente che io lavoro con SolidWorks – e relative verticalizzazioni – su una portable workstation, per cui di solito non è un problema leggersi gli help durante la giornata.
Insomma, studiare al wc o nella sala d’attesa del dottore è proprio l’estrema misura.

Nokia770