Posts Tagged ‘emissioni’

Ma è vera questa storia di Copenhagen e del Marocco?

dicembre 22, 2009

Le emissioni di CO2 della CO15 sono indicate in questi articoli in circa 41 mila tonnellate, un valore che corrisponde a quello delle stime ufficiali. Invece, le emissioni del Marocco nel 2006 sono state circa 45 milioni di tonnellate (si veda qui o qui) , ossia 1000 volte superiori a quelle del summit. Per rettificare la notizia, si potrebbe dire quindi che gli spostamenti aerei dei partecipanti al summit sono una frazione infinitesima di quelli che quotidianamente avvengono, e sono confrontabili ad esempio a quelli derivanti dai tifosi che seguono la propria squadra all’estero durante un turno della Coppa dei Campioni (circa 5000 persone hanno volato ad esempio per seguire la recente finale della Coppa Intercontinentale ad Abu Dhabi).

Da qui (da leggere tutto, per molti altri motivi).

Perchè pagare passivamente?

dicembre 1, 2007

Considerazioni di Beppe Caravita, di una oggettività quasi avvilente:

Se io so che tra quattro anni dovrò pagare 8,5 miliardi di euro di multa per emissioni superiori alle previsioni (inerzia nel fare le iniziative giuste) perchè non anticipo oggi a premio (mettiamo) un terzo di questa cifra, che comunque dovrò pagare, per stimolare la produzione accelerata per tre di quelle iniziative di riduzioni di emissioni mancanti?

Ehi, c’è qualcuno in cabina?

Suicidio?

Scooter all’idrogeno che non inquina?

marzo 11, 2007

Arriva Triggino, scooter all’idrogeno che non inquina

Siamo alle solite. Wishful thinking.

Accolgo sempre con favore i tentativi, ma qui come al solito vogliamo illudere la gente che tutto – cambiando – possa restare come prima.

Lo scooter "ha una potenza elettrica di 4,5 chilowatt". E’ questo il peccato originale.

Se non riduciamo pesi e potenze, non ne veniamo fuori.

A spanne, direi che dobbiamo stare sotto i 2 kW
(tra l’altro così si scoprirà che conviene usare accumulatori elettrici).

1° edit:
tra l’altro l’articolo ANSA è pieno di passaggi poco chiari, se non di errori: vedi il "90% di energia importata", o la "pala eolica da 90 cm e 3 MW"; ma questo è un altro discorso.

2° edit:
Avete idea di quanti pannelli solari servano per caricare uno scooter di questo tipo? Parecchi!

Dobbiamo iniziare a pensare a soluzioni "di sistema" a questi problemi. Es.: avere doppie le batterie di questi veicoli, e caricarle a rotazione coi pannelli sul tetto (DI CASA, però).
Usando adeguati controlli di carico, sarebbe utile a compensare i picchi di produzione durante il giorno.

Messico: etanolo in pesante competizione con l’uso alimentare del mais

gennaio 27, 2007

Da un articolo di Roberto Da Rin sul Sole 24 Ore (25.01.07 – pag. 9)

In Messico il prezzo delle tortillas è più che raddoppiato
dal gennaio 2006 al gennaio 2007.
(numeri forniti dal quotidiano – sul web le cifre sono più controverse)

Il motivo è la forte richiesta di mais per la produzione di etanolo da autotrazione.

E’ una prima evidenza di quanto già prospettato più volte,
per esempio su questo blog [1] [2], su ASPOItalia,
Petrolio ed EcoAlfabeta.

Da parte mia insisto sul fatto che l’uso dei biocombustibili è un’ottima cosa se recupera degli scarti, o al massimo se è fatto con coltivazioni o territori complementari.

Ma culturalmente l’idea di produrre energia con le colture ha un effetto fuorviante.
Ci fa credere che l’agricoltura intensiva produca energia, mentre in realtà ne divora!

(cfr. IL PETROLIO CHE MANGIAMO)

L’ultimo post di Ugo Bardi – Il suicidio verde – è imperdibile.

Se restiamo a corto di petrolio non ci mancano le auto, ci manca il cibo…

Edit: Tortillas and the Theory of Second Best

In some areas of Mexico, the price per kilo has risen from 63 cents a year ago to between $1.36 and $1.81 earlier this month.

Luminarie e sprechi – 2

dicembre 26, 2006

Intanto io continuo a guardarmi intorno e faccio il conto di quanti kW si sprecano nelle luminarie; spesso davvero inutilmente, vista la bassa efficienza di molte luci usate in questo settore.

Per farvi un esempio, ecco una foto che ho scattato il 18 u.s. nei pressi di Cologno.
Fate i conti: ogni singola lampadina consuma 3,5-4 W

Luminarie Natale 2006

Insomma, un bell’esempio di spreco e di inutili emissioni elettromagnetiche.

Luminarie, wireless, interferenze e sprechi

dicembre 26, 2006

Su Nova24 Ora! si riporta un articolo sui
problemi che le decorazioni natalizie possono dare alle comunicazioni senza fili.

(Articolo originale di AirMagnet)

L’articolo non suggerisce quali dispositivi e quali meccanismi d’azione siano i più dannosi.

Le vecchie intermittenze termomeccaniche sono sempre state micidiali a livello di emissioni radio.

In questo caso passare a decorazioni moderne ed elettroniche risolve molti inconvenienti.
Se poi queste sono a LED si può pure risparmiare un 50-80% di energia elettrica!

Ma la semplice presenza di larghe maglie di conduttori può disturbare le comunicazioni a 2,4 GHz?