Posts Tagged ‘edilizia’

La base dell’economia è l’energia…

gennaio 25, 2012

…ma forse qualcuno non può fare a meno di trasformare tutto quel che vede in soldi.

Il ministro Profumo: “Attualmente – spiega il ministro al Il sole 24 ore – la gran parte degli edifici scolastici è in classe energetica G, la più bassa, che si traduce in circa 200 euro al metro quadro di bolletta. Una cifra ben diversa dai 35 euro al metro quadro della classe energetica A.”

Sono 200 kWh/mq/anno, non 200 euro!

Onestamente spero che si tratti di una svista giornalistica.

Altrimenti mi tocca confermare la prima frase del post.

Annunci

Milano 15

aprile 8, 2009

Torna di stringente attualità una vecchia battuta di Paolo Rossi:

“Comprate casa a Milano 15,
un’oasi di verde a 5 minuti dal centro di Pescara”

E per soprammercato, indovinate da chi è stato costruito il nuovo ospedale dell’Aquila venuto giù come fosse di cartapesta?

La termografia in edilizia

marzo 29, 2009

Sul Sole24Ore un breve e incisivo video per capire cosa fa una termocamera.

Peccato che le immagini siano state riprese in diretta e non mostrino degli edifici, come invece si vede qui.

L’importanza del ricambio d’aria nelle abitazioni

marzo 13, 2009

Ugo Bardi ha fatto l’ennesimo post su un tema che vorrei trattare io.

Ormai è lanciatissimo e credo che a casa abbia più apparecchiature che mattoni.

Non ho ancora preso un rilevatore di CO (per la CO2 passo, non volevo arrivare a tanto) ma lo farò.
Però è tutto l’inverno che effettuo ricambi d’aria quasi completi una o due volte al giorno e già gli igrometri ringraziano (ho la casa isolata ancora a macchia di leopardo e sui ponti termici si potrebbe rischiare un po’ di muffa).

15/03/09: Gianni Comoretto rende conto delle sue prove su uno scambiatore d’aria con recupero di calore.

Vi fornisco la mia personale strategia per il ricambio dell’aria:

  • apertura totale delle finestre per 1-3 minuti (dipende dalla velocità dell’aria)
  • apertura in tandem delle finestre su lati opposti (o comunque diversi) dell’abitazione per sfruttare le correnti

Ho sentito varie discussioni sul ruolo delle finestre moderne e l’assenza di spifferi. Beh, qualcosa di vero c’è, ma:

  1. (per chi le ha nuove) se il ricambio d’aria viene eseguito regolarmente, la migliore tenuta non è un problema
  2. (per chi le ha vecchie) NON fate conto sugli spifferi per avere il ricambio: non bastano.

In generale la mia raccomandazione è
SPALANCARE per POCO piuttosto che
SOCCHIUDERE per LUNGO tempo.

Nel primo caso si ha il massimo del ricambio con il minimo delle dispersioni termiche, nel secondo (generalmente) il contrario, sebbene questo sia il metodo che mi capita di vedere applicato più spesso.

L’ideale sarebbe un bell’impianto di ventilazione con recupero di calore…

Crux edilizia

marzo 11, 2009

Faccio eco di terza sponda a “Costruire sul costruito“, articolo di Casa&Clima segnalato da Greciudd.

Ci sto pensando da ieri: è un feroce destino quello che porta il nostro Paese, che ha una delle più alte quote di cemento colato per km2 in Europa e uno dei peggiori rendimenti energetici edilizi nel mondo, a spingere su un’ulteriore fase edilizia di quantità.

Con un regalo iniquo in spregio, tra l’altro, a chi vive in condominio.

Quello che è prioritario oggi e che solo lo stato può fare incisivamente è agevolare le ristrutturazioni energetiche degli edifici condominiali, soprattutto attraverso la semplificazione burocratica e la sensibilizzazione.

È assurdo che si autorizzino scempi incredibili in un luogo mentre altrove si vieta anche solo l’installazione di una pensilina per l’ombreggiatura delle finestre a sud.

Veri liberali, dove siete? Perché in Italia la libertà deve essere sempre e solo quella dei soliti furbi?

Efficienza energetica e detrazioni 55%

gennaio 4, 2009

Ho aderito* a questa petizione
avviata dal WWF Italia.
Passaparola

— — —

Non mettete “in crisi”
l’efficienza energetica!

Non basta per il WWF la proposta del ministro Tremonti. Il decreto legge (decreto legge anticrisi 185/2008), seppur con le modifiche proposte, renderà di fatto impraticabile la detrazione di imposta lorda del 55% per le spese di riqualificazione energetica degli edifici privati.

Non basta per il WWF fare salvi i diritti pregressi di quei cittadini che hanno effettuato interventi di messa in efficienza nel 2008.

Al Presidente del Consiglio On. Silvio Berlusconi

al Ministro dell’Economia e delle Finanze On.Giulio Tremonti

agli On. Capigruppo della Camera  dei Deputati e del Senato della Repubblica

CHIEDIAMO

  • Di mantenere la scelta di incentivare l’efficienza energetica!
  • Di abbattere le barriere all’efficienza energetica: burocratiche, finanziarie  e culturali!
  • Di considerare l’Efficienza Energetica un elemento strategico fondamentale per una nuova politica sul clima!

In particolare chiediamo:

  • di abrogare la norma tagliola del “silenzio-diniego” da parte della Agenzia delle Entrate alle legittime istanze dei cittadini/utenti;
  • di stabilire che la quota di fondi disponibili per l’anno 2009 venga stimata dalla Agenzia delle Entrate sulla base delle detrazioni fiscali richieste nel 2008;
  • di esplicitare la quantificazione dei fondi disponibili nella legge di conversione;
  • di riconsiderare la detrazione del 36%, concentrando i finanziamenti pubblici prioritariamente agli interventi di riqualificazione energetica.

Il mondo dell’impresa, i cittadini, le associazioni tutte si sono fatte sentire a gran voce in questi giorni, vista l’assurdità del provvedimento cosiddetto anti-crisi del Governo; provvedimento in aperto contrasto rispetto alle indicazioni dell’Unione Europea, al percorso a livello internazionale di riduzione dei gas serra, e soprattutto rispetto alla richiesta globale di sostegno all’efficienza proveniente dall’economia reale.