Posts Tagged ‘acciaio inox’

Riparare – 3: conclusioni

dicembre 8, 2008

Segue da qui

Devo ancora spiegare il perché di questa operazione
(segue pippone da Aereo più pazzo del mondo).

Ho sempre il gusto di riparare qualsiasi cosa sia possibile (mi sento la parte buona del Visconte Dimezzato), ma stavolta ci tenevo in modo particolare.

Il motivo è che mi rincresceva di dover gettare uno strumento di acciaio inox – che potrebbe durare cent’anni – per colpa di un unico punto debole. C’era troppa sproporzione tra la stupidità del danno e l’incorruttibilità di tutto il resto.

Valeva la pena di perdere un po’ di tempo.

È stato un atto di ribellione: quasi tutte le riparazioni sono fuori dalla portata dell’uomo comune, anche in senso lato: non solo è difficile eseguirle, ma pure trovare qualcuno che la faccia per te.

Ma l’ostacolo è principalmente mentale: siamo così abituati a dover buttare via tutto (molte volte è davvero una necessità) che non sappiamo più riconoscere che in realtà spesso vale la pena di non arrendersi subito.

E soprattutto diventa arduo distinguere i casi in cui è meglio non perdere tempo da quelli in cui il valore residuo del bene è ancora alto.

Ma qualcosa mi dice che le cose stanno per cambiare.

E io mi sto preparando*:

Annunci

Ritorno al Passato

gennaio 10, 2008

Un’auto che gira a Reggio Emilia
(foto di qualche tempo fa, davanti a un bar vicino all’ufficio).

Nota a margine degli ultimi acquisti

dicembre 16, 2007

(Piccolo esempio di problema autorisolto per "trans-ignoranza")

magneto

Spesso, quando uso la carta di credito, i cassieri la sbattono con
noncuranza sul bancone, con la banda magnetica a contatto col metallo.

Ormai non sussulto più. Tempo fa invece mi faceva effetto.

Nonostante i miei studi e tutto l’inox che ho manipolato in anni di lavoro,
il timore che la carta si smagnetizzasse balenava sempre tra i miei pensieri.

Ma l’inox (almeno l’AISI 304 con cui fanno i banconi) non è magnetico.

Ultimamente però mi sono chiesto:
vabe’, tutto ok, ma… la cassiera che ne sa?