Archive for the ‘Uncategorized’ Category

Trova le incongruenze – 2

gennaio 20, 2008

Umberto Veronesi, Che tempo che fa, 20 gennaio 2008

Ore 20.25:
Veronesi: La religione ha certezze assolute, la scienza è aperta alle possibilità.

Ore 20.35:
Fazio: Gli inceneritori possono avere conseguenze per la salute?
Veronesi: ASSOLUTAMENTE NO.

PS: segue la mia posizione sugli inceneritori.

0) PRIMA LI TIRIAMO VIA DAI CIP6, poi discutiamo (anche a costo di abolire CIP6).
1) Sono una buona soluzione per lo smaltimento della PICCOLA frazione residua dopo riduzione, recupero e riciclo dei rifiuti.
2) Non dovrebbero MAI essere usati per l’indifferenziato, soprattutto se questo contiene metalli, PVC e una percentuale significativa di umido organico.
3) Solo nel caso in cui l’energia derivata dai rifiuti si sommi significativamente a quella del combustibile aggiunto si possono chiamare termovalorizzatori.

Riguardo al punto (3), ho un dubbio davvero ignorante (sono benvenuti contributi tecnici):
perché arrabattarsi tanto con il riciclaggio delle plastiche
(con tutto il degrado termico, la perdita di omogeneità, etc.)?

Non si fa prima a fare un recupero termico, su questa frazione "energeticamente nobile"?

(se mi legge il mio relatore di tesi, vero guru su polimeri e relativo recupero, mi lancia uno strale  😉

Annunci

Kernel error – brain dump

gennaio 18, 2008
>>>

Italian tornado

gennaio 14, 2008

Ho visto questo video tra i favoriti di Lombroso,
che ha postato i suoi dello snow devil.

Tromba d’aria nel settembre 2007
Fossi stato là, me la sarei data a gambe.

Da qui, posso solo sghignazzare ai commenti delle signore con cagnolino…

PS: non è che non sono capace di fare un embedding, ma…

Splinder: cambiare religione…

gennaio 9, 2008

…o cambiare piattaforma?

Metti un bacio (Perugina) nel motore

gennaio 3, 2008

Nel Sahara, su un camion alimentato a cioccolato.

A leggerla la storia è migliore di quanto sembri,
perché il cioccolato impiegato è in realtà uno scarto di produzione.

Sicuramente però le quantità disponibili sono piccole rispetto alla richiesta.

Dai che arriva, dai che arriva…

gennaio 1, 2008

Il 29 dicembre 2007 sul crinale tosco emiliano.
Pochissima neve (10-20 cm max).

Ma sui prati e vaccinieti di Cimone, Libro Aperto e Corno alle Scale il fragile strato teneva ancora, permettendo un bel panorama candido.
Altre foto del giro (abbiamo visto anche la Corsica) sul mio profilo Panoramio.

In Val Pusteria, Luca Lombroso ha fatto due belle foto ad uno Snow Devil (dopo il mozzicone!).

Sembra che sia in arrivo una bella perturbazione. Speriamo, Luca.

Piccole cose che fan cattivo sangue – 2

dicembre 31, 2007

Stavo per scrivere di un episodio di paraculismo alle Poste,
che mi costerà tempo prezioso nei prossimi giorni.
Ma meditavo che fosse piccola cosa, rispetto ai veri problemi.

Me la sono chiamata: vomito e mal di testa feroce, con qualche pausa.

E adesso sto tranquillo e riconoscente,
ché non vorrei ricevere ulteriori "illuminazioni"
situate più in alto nella scala delle sfighe…

Ah, voi invece che fate stasera? Niente di interessante, vero?

5,5 anni fa

dicembre 27, 2007

Come eravamo, 69 mesi fa

Avevo più capelli che QUI;
ma anche più barba…

(Intanto, hanno ucciso la Bhutto.
Non ho commenti, ma non riesco a tacere)

Una bella fiaba per Natale…

dicembre 24, 2007

Le tre melarance

Non voglio banalizzare, si tratta di una delle fiabe
dalla tradizione più ricca in assoluto
(cfr. http://www.folklore.ee/folklore/vol27/kawan.pdf).

Però come tutte le fiabe ha almeno un lato oscuro;
qui è quello della "brutta saracina".
Ed è un tema sostanziale del racconto.

Ma mi colpisce la spudoratezza con cui, ancora nel 1968,
il Cantafiabe voleva evidenziarlo nella variante I tre cedri:

/misc/media/niftyplayer.swf?file=http://files.splinder.com/ab49d8928fbb809a507a0e35a79f0d07.mp3&as=0

Mi ha richiamato un post del Dr. Psycho,
Le favolose avventure di Tintin tra i negri.

Comunque, Buon Natale a tutti!

Auguri! (2)

dicembre 22, 2007

"Auguri di Buone Feste dalla RAI e dalla sua Orchestra Sinfonica."

E adesso basta con le cazzate.
Lo spot è finito, tornate in pace da Michele Cucuzza.