Archive for the ‘religione’ Category

Cos’è che diceva McLuhan?

settembre 29, 2010

Ho tra le mani questo libro di Giorello; come presagivo si sta rivelando una lettura relativamente pleonastica per me, ma non potevo non comprarlo: la quarta di copertina potrebbe essere il mio manifesto.

In un mondo in cui essere agnostici significa sembrare ignavi o mutilati e l’unico modo accettato di credere è farsi rappresentare Dio da altri uomini:

“Essere agnostico non mi basta più. Preferisco dirmi ateo, perché si rigeneri quello che Russell chiamava liberalismo: la possibilità di confrontarsi – e di scontrarsi se è il caso – con i religiosi della più variegata estrazione…”

Ma vorrei recuperare il titolo del post. Leggendo il libro, a un certo punto, cercavo il pulsante per commentare.

Annunci

I vescovi: l’Italia è senza classe dirigente

agosto 2, 2010

Edoardo Patriarca, segretario del Comitato Scientifico e Organizzatore delle Settimane Sociali dei cattolici italiani, anticipa a Radio Vaticana, i contenuti del documento in preparazione dal laicato cattolico in vista della prossima ‘Settimana sociale’, in programma a Reggio Calabria.

Vedo però che c’è un altro stato – molto ben interpenetrato al nostro – la cui classe dirigente è più florida, autorevole e gagliarda che mai.

Edoardo, visto che ci conosciamo da anni mi permetto una critica: sarebbe davvero ora che questi laici si dessero una mossa prendendo* ruoli un po’ meno subalterni.

* leggi anche pretendendo (pun not intended)

Spirituale ma non religioso?

luglio 11, 2010

Forse un senso si può anche trovare. Ma se deve essere un alibi per farsi accettare, o una fonte di malintesi… né l’uno né l’altro.

Enter the word “spiritual”, which is becoming synonymous with retaining all that is good in a religious person, without the religion. It seems that in many people’s conception if you really can’t be religious, at least you should try to be spiritual. If you are not, then you must be a damned selfish materialist, an implicit admission that is not likely to get you many dates on Match.com.

But what, exactly, does it mean to be “spiritual but not religious,” or for that matter, just plain spiritual? (continua)

Da Rationally Speaking

Inchiesta nucleare

giugno 13, 2010

1.
Un commentatore qui ipotizzava con diritto che (a) ce l’avessi con la Hack per il fatto di (b) essere pregiudizialmente antinuclearista. Ho il dovere di smentire entrambi i punti.

Lo faccio indirizzandovi sull’ottimo Inchiesta nucleare. A dimostrazione che è possibile – anche se evidentemente non alla portata di tutti – usare bene il cervello.

2.
In occasione di detto post avrei voluto aggiungere – per avvalorare il sospetto di una promozione massiva in qualche modo concertata – la notizia di un opuscolo della CEI a favore del nucleare. La fonte erano gli amici abbonati a Notizie di Carpi.

Frank fa il lavoro per me su Aspo/REA.

Del resto, un documento della CEI doveva ben essere stato distribuito ampiamente nelle diocesi italiane.

Squadra che vince non si cambia

maggio 24, 2010

Quindici anni fa nella mia parrocchia c’era questo manifesto.
C’è anche oggi. Si vede che funziona un casino.

Mi dispiace fratello, ma se ti dà fastidio non hai che da voltarti di là

maggio 18, 2010

E, se dobbiamo dirla tutta, i primi a perderci da questa cecità moderna sono proprio i musulmani non violenti e integrati nelle nostre società, che ancora hanno difficoltà a far sentire la loro voce.

Che vuoi che ti dica, Fabri? La maggior parte di noi non sa veramente cos’è la laicità, e come la si difende.

Più in generale, noto sempre di più che per i liberali è difficilissimo non farsi fraintendere. E sì che il più delle volte parlano molto chiaro.

Tocca ripeterlo alla nausea: la libertà di pensiero e parola è INCOMPATIBILE con la pretesa incondizionata di non sentirsi offesi.

Facciamo un test: mettiamo che io adesso fondi una religione che considera atto sacrilego dare calci a un pallone. Come la mettiamo? (chi pensa che questo sia un esempio del cavolo si ripresenti al prossimo appello; o speri di avere sempre la maggioranza dalla propria parte)

Secondo me è solo l’inizio

aprile 1, 2010

Il sito de Il Giornale oggi ha in evidenza questa dichiarazione di B-16:

Mentre quello su carta titola a tutta larghezza contro la Chiesa per lo scandalo pedofilia (per quanto l’editoriale del Feltri sia smorzante).

Ci vorrebbe un erpetologo.

Epifania o apocalisse?

gennaio 7, 2010

Mi riferisco a quello che potrebbe succedere in Italia
se alla RAI un’attrice si lanciasse in un monologo come questo:

http://dotsub.com/static/players/portalplayer.swf?plugins=dotsub&uuid=e9009b3e-1904-4294-85a5-75343b2f6d68&type=video&lang=ita

Il monologo continua per un’altra oretta ed è esilarante, commovente, profondo.

(questa anteprima ospitata da TED l’ho ancora in revisione io,
ma il lavoro di Babi è ottimo, quindi mi sa che la potrò rilasciare in poco tempo)

EDIT: vedo solo ora che Maurizio Colucci aveva già tradotto un passo successivo (nel video non c’è).

Mesti riti

ottobre 24, 2009

Oggi pensavo con compassione* a quanto centrali siano certi gesti che spesso vengono delegati a qualcuno che li esegue con noncurante materialità. Questa volta non è stata ignobile, a mio giudizio.

La ritualità dell’uomo che mette i mattoni non è meno importante di quella del prete.

cim

* in senso etimologico

Traffico di organi in Egitto. Perché?

ottobre 21, 2009

Egypte : organes à vendre

Non ho il tempo di tradurre l’articolo;
in ogni modo a me basta la prima riga:

Le prélèvement d’organes sur les cadavres est interdit en Egypte.

In Egitto il prelievo di organi da cadaveri è VIETATO.

Mi vengono in mente dei paralleli…