Pubblica ignoranza

Preciso che non sto accusando di ignoranza né i vertici Toyota né chi ha scritto l’articolo. L’ignoranza è quella dei lettori: con un minimo in più di cultura scientifica diffusa, dopo poco tempo e pochi passi falsi certe cose non si potrebbero più scrivere. I pressappochismi si estinguerebbero darwinianamente. E invece li scrivono, e la gente li legge, senza ribellarsi.

“E, oggi, questo obiettivo è diventato una realtà. Il nostro veicolo a celle a combustibile si muove grazie all’idrogeno, che virtualmente può essere prodotto da qualunque sostanza, anche dai rifiuti!”

L’energia, signori miei, la conservazione dell’energia! Non si può cavar sangue dalle rape.

Credo che la vecchia battuta di C. P. Snow sui principi della termodinamica sia sempre valida. L’incapacità diffusa di comprendere l’energia e i principi che ne regolano le trasformazioni è e sarà uno dei problemi più drammatici dell’umanità.

Che Dio ci aiuti.

***   ***

Appendice – Riporto il passaggio di Snow anche qui:

A good many times I have been present at gatherings of people who, by the standards of the traditional culture, are thought highly educated and who have with considerable gusto been expressing their incredulity at the illiteracy of scientists. Once or twice I have been provoked and have asked the company how many of them could describe the Second Law of Thermodynamics. The response was cold: it was also negative. Yet I was asking something which is about the scientific equivalent of: ‘Have you read a work of Shakespeare’s?’
I now believe that if I had asked an even simpler question – such as, What do you mean by mass, or acceleration, which is the scientific equivalent of saying, ‘Can you read?’ – not more than one in ten of the highly educated would have felt that I was speaking the same language. So the great edifice of modern physics goes up, and the majority of the cleverest people in the western world have about as much insight into it as their Neolithic ancestors would have had.
Annunci

Tag: ,

7 Risposte to “Pubblica ignoranza”

  1. .mau. Says:

    non capisco. Intendiamoci: dall’alluminio non puoi produrre idrogeno, almeno che io sappia, quindi non è che si possa creare idrogeno da qualunque sostanza. Ma non è che produrre idrogeno dai rifiuti sia contro la seconda legge della termodinamica… tanto che i termovalorizzatori recuperano energia dai rifiuti (lasciando rimasugli con meno energia e generando nel processo sostanze possibilmente cancerogene, ma qui usciamo dalla teoria)

    • Weissbach Says:

      Con il tuo esempio hai centrato la questione… conosci qualche termovalorizzatore che vada solo a rifiuti, senza apporto di metano? Ecco, appunto 😉
      Ovviamente non sto sostenendo che i discorsi sopra menzionati siano contro qualche principio fisico. Molto più indirettamente (e mi scuso della poca chiarezza) credo che se ci fosse più cultura scientifica si capirebbe che dietro alle questioni di principio (tra cui le “leggi” della natura) ci sono sempre delle problematiche quantitative.
      Non c’è abbastanza energia nei nostri rifiuti per dare un serio contributo al sistema, figuriamoci per farlo andare avanti. Si può discutere l’opportunità del loro sfruttamento energetico, ma metterla come la mette l’articolo o è ignoranza o è disinformazione.

  2. .mau. Says:

    (il thread più lento della storia)
    Ti darei ragione se avessero aggiunto “disponibile in quantità quasi illimitata”, quella sì che sarebbe stata un’affermazione che grida vendetta al cospetto della termodinamica. Così possiamo immaginare che si pensi a una vendita così minuscola che permetta di dire “non dobbiamo dipendere dall’estero per la benzina”…

    • Weissbach Says:

      Be’, grazie in ogni caso di passare per di qua. Tra l’altro il tuo intervento mi ha fatto ripensare a quanto ho scritto e in effetti ho trovato di essere stato un po’ precipitoso. Se avrò tempo (hi hi) ne scriverò più diffusamente.

  3. .mau. Says:

    (il tempo a disposizione, questo concetto filosofico senza alcun contenuto reale!)

    • Weissbach Says:

      In realtà sono io che faccio un po’ di casino con le premesse dei sillogismi. Ci sono vari motivi per cui un lettore può credere che produrre energia dai rifiuti possa coprire una fetta importante di fabbisogno. Uno è appunto il non sapere che l’energia si conserva e che se abbiamo tot joule di energia nei rifiuti, non possiamo estrarne che una frazione (principi della termodinamica). Un altro è non avere un’idea degli ordini di grandezza tra la quantità di rifiuti disponibile e i vari fabbisogni energetici*. Io ho sempre dato per scontato che acquisire cultura sul primo punto aiuti a conseguire consapevolezza anche sul secondo, ed è un errore.
      È probabile che, se si hanno idee confuse sulla realizzabilità di un progetto, il motivo sia più nell’ignoranza delle quantità in gioco che sui meccanismi; in questo ultimo periodo mi sto rendendo conto che anche chi ha una formazione scientifica (e forse proprio a causa di questa, per come oggi è frequentemente strutturata) spesso si focalizza più sugli aspetti specialistici che su quelli globali e sistemici.
      Quindi sì, il mio passo sui principi della termodinamica può restare al massimo una battuta: il problema sta nei bilanci globali.

      * un altro ancora è cosa considerare rifiuto e cosa no; e comunque, sapere che se uso dei rifiuti per una filiera devo sottrarli in tutto o in parte ad un’altra.

  4. Dr. Tenebre Says:

    La versione italiana è la frase di Elio Vittorini: “non si dà cultura là dove si sappia tutto della guerra dei Trent’anni e niente del secondo principio della termodinamica.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: