Temo che Luca Iezzi abbia ragione:

“Andrà così anche in Italia, ma nella maniera peggiore. Più che il pragmatismo da noi vincerà l’abulia. La maggioranza della popolazione è contraria, ma sarà tanto pigra da non andare a votare al referendum solo poche settimane dopo le amministrative. Una vittoria (non definitiva) per i nuclearisti ma l’ennesima sconfitta della capacità degli italiani di ragionare come una nazione.”

Semplicemente non concordo col suo titolo: Emotività globale.

Quello che sta succedendo può essere interpretato anche in modo razionale e infatti non tutto quel che ho sentito in giro è così da isterici, a ben vedere.

Inoltre, ho paura che non sarà semplicemente il petrolio a tre cifre a farci invocare il nucleare, ma qualche brutto black-out opportuno e ben assestato. Spero di essere smentito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: