Archive for dicembre 2009

Un problema di fisica

dicembre 28, 2009

Oggi sono stato quasi investito da un carro funebre.

Nell’impatto mi avrebbe sicuramente ceduto
una frazione della sua quantità di morto.

Annunci

Il blog ai tempi del regalo

dicembre 24, 2009

Galatea, ne meriti più d’uno.

Per esempio – oltre a quello qui sopra – anche

questo

questo

e questo.

Lo so che i più belli son quelli lunghi, ma oggi è pur sempre la frenetica vigilia 🙂

E manda a quel paese BB!

Ma è vera questa storia di Copenhagen e del Marocco?

dicembre 22, 2009

Le emissioni di CO2 della CO15 sono indicate in questi articoli in circa 41 mila tonnellate, un valore che corrisponde a quello delle stime ufficiali. Invece, le emissioni del Marocco nel 2006 sono state circa 45 milioni di tonnellate (si veda qui o qui) , ossia 1000 volte superiori a quelle del summit. Per rettificare la notizia, si potrebbe dire quindi che gli spostamenti aerei dei partecipanti al summit sono una frazione infinitesima di quelli che quotidianamente avvengono, e sono confrontabili ad esempio a quelli derivanti dai tifosi che seguono la propria squadra all’estero durante un turno della Coppa dei Campioni (circa 5000 persone hanno volato ad esempio per seguire la recente finale della Coppa Intercontinentale ad Abu Dhabi).

Da qui (da leggere tutto, per molti altri motivi).

Rob Hopkins: la Transizione…

dicembre 20, 2009

verso un mondo senza petrolio.

Io non sarei così drastico,
ma dobbiamo pure far media con i “BAUisti“!

http://video.ted.com/assets/player/swf/EmbedPlayer.swf

E ora la neve copre tutto

dicembre 20, 2009

Pensavo di aver già colmato la misura con i post di citazione,
ma ci sono cose che meritano di essere lette.

News management

dicembre 20, 2009

Perché falsificare la realtà quando puoi piegarla alle tue esigenze?

La Repubblica (in tutti i sensi) verrà riorganizzata

dicembre 17, 2009

(d’après Capemaster)

Ma ora torniamo ai fondamentali

dicembre 15, 2009

Visto che mi dispiace per la faccia degli altri ma che mi preoccupo pure del sedere (mio e di chi mi sta vicino) segnalo due amari post che ci risintonizzano sui problemi che viviamo già oggi (Treno, addio* di Debora Billi) e su quelli che potrebbero materializzarsi molto presto (Climategate: a che punto siamo? di Ugo Bardi).

* Potremmo ben aggiungere Diario di viaggio (da incubo) di Giulia Innocenzi.

Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie dell’Informazione

dicembre 12, 2009

Ricevo e volentieri pubblico:

Jevons e il paperless office

dicembre 7, 2009

Nicola segnala un articolo interessante che delinea con precisione ciò che sappiamo da tempo: l’informatica non ha ridotto l’impiego di carta; al contrario, l’ha aumentato.

Io tuttavia devo osservare che, se escludo i documenti preparati espressamente per la stampa (tesi, brochure, istruzioni), da quando ho iniziato a usare i computer – ormai sono circa 24 anni – non ricordo di avere mai stampato qualcosa per leggerlo su carta.