Il papa parla di ambiente: posso invocare il NOMA?

Nella sua ultima opera (si tratta di un film, distribuito in Italia col titolo L’amore dei laici non vale una cippa) vuole fare concorrenza a Maurizio Milani nel campo dei non sequitur.

Nelle abbondanti 160’000 battute focalizzate, fra l’altro, su giustizia e sviluppo, il nostro eroe riesce a dedicare all’ambiente parte del quarto capitolo. I punti più condivisibili sono anche i più scontati, ma non è mancato il colpo di scena: un contributo euristico che finalmente svela nunc et semper la chiave di volta dei meccanismi ecologici, fornendo una soluzione finale ai problemi dell’ambiente.

Per salvaguardare la natura non è sufficiente intervenire con incentivi o disincentivi economici e nemmeno basta un’istruzione adeguata. Sono, questi, strumenti importanti, ma il problema decisivo è la complessiva tenuta morale della società [corsivo originale, NdW]. Se non si rispetta il diritto alla vita e alla morte naturale, se si rende artificiale il concepimento, la gestazione e la nascita dell’uomo, se si sacrificano embrioni umani alla ricerca, la coscienza comune finisce per perdere il concetto di ecologia umana e, con esso, quello di ecologia ambientale. È una contraddizione chiedere alle nuove generazioni il rispetto dell’ambiente naturale, quando l’educazione e le leggi non le aiutano a rispettare se stesse. Il libro della natura è uno e indivisibile, sul versante dell’ambiente come sul versante della vita, della sessualità, del matrimonio, della famiglia, delle relazioni sociali, in una parola dello sviluppo umano integrale. I doveri che abbiamo verso l’ambiente si collegano con i doveri che abbiamo verso la persona considerata in se stessa e in relazione con gli altri. Non si possono esigere gli uni e conculcare gli altri. Questa è una grave antinomia della mentalità e della prassi odierna, che avvilisce la persona, sconvolge l’ambiente e danneggia la società.

Aggiungiamo che in altri capitoli (ma su questi temi c’è da tempo l’autoreverse) si mescolano di proposito aborto e contraccezione, per declamare il solito approccio quantitativo zootecnico alla difesa della vita, o si cerca di fare confusione tra le iniziative per la salute riproduttiva e le politiche di forzata pianificazione delle nascite.

Frullando, centrifugando e filtrando, una delle (poche) idee concrete che restano potrebbe essere la seguente: la pressione antropica sul pianeta è eccessiva perché non facciamo abbastanza figli.

Ratzinger è vecchio, ma non disperiamo; ha ancora tempo. È evidente che gli manca ancora il salto di qualità di cui fu capace Ron Hubbard: smettere con la fantascienza e dedicarsi alla religione.

Il NOMA: non c’è mai quando ti serve.

Il papa parla di ambiente: posso invocare il N.O.Ma.?

Nella sua ultima opera (si tratta di un film, distribuito in Italia col titolo L’amore dei laici non vale una cippa) vuole fare concorrenza a Maurizio Milani nel campo dei non sequitur.

Nelle abbondanti 160’000 battute focalizzate, fra l’altro, su giustizia e sviluppo, il nostro eroe riesce a dedicare all’ambiente parte del quarto capitolo. I punti più condivisibili sono anche i più scontati, ma non è mancato il colpo di scena: un contributo euristico che finalmente svela nunc et semper la chiave di volta dei meccanismi ecologici, fornendo una soluzione finale ai problemi dell’ambiente.

Per salvaguardare la natura non è sufficiente intervenire con incentivi o disincentivi economici e nemmeno basta un’istruzione adeguata. Sono, questi, strumenti importanti, ma il problema decisivo è la complessiva tenuta morale della società. Se non si rispetta il diritto alla vita e alla morte naturale, se si rende artificiale il concepimento, la gestazione e la nascita dell’uomo, se si sacrificano embrioni umani alla ricerca, la coscienza comune finisce per perdere il concetto di ecologia umana e, con esso, quello di ecologia ambientale. È una contraddizione chiedere alle nuove generazioni il rispetto dell’ambiente naturale, quando l’educazione e le leggi non le aiutano a rispettare se stesse. Il libro della natura è uno e indivisibile, sul versante dell’ambiente come sul versante della vita, della sessualità, del matrimonio, della famiglia, delle relazioni sociali, in una parola dello sviluppo umano integrale. I doveri che abbiamo verso l’ambiente si collegano con i doveri che abbiamo verso la persona considerata in se stessa e in relazione con gli altri. Non si possono esigere gli uni e conculcare gli altri. Questa è una grave antinomia della mentalità e della prassi odierna, che avvilisce la persona, sconvolge l’ambiente e danneggia la società.

Aggiungiamo che in altri capitoli (ma su questi temi c’è da tempo l’autoreverse) si mescolano di proposito aborto e contraccezione, per declamare il solito approccio quantitativo zootecnico alla difesa della vita, o si cerca di fare confusione tra le iniziative per la salute riproduttiva e le politiche di forzata pianificazione delle nascite.

Frullando, centrifugando e filtrando, una delle (poche) idee concrete che restano potrebbe essere la seguente: la pressione antropica sul pianeta è eccessiva perché non facciamo abbastanza figli.

Ratzinger è vecchio, ma non disperiamo; ha ancora tempo.

È evidente che gli manca ancora il salto di qualità di cui fu capace Ron Hubbard: smettere con la fantascienza e dedicarsi alla religione.

Il N.O.Ma.: non c’è mai quando ti serve.

Annunci

Tag: ,

4 Risposte to “Il papa parla di ambiente: posso invocare il NOMA?”

  1. Marco Ferrari Says:

    Vedi che andiamo tutti lì, eh?
    http://leucophaea.blogspot.com/2009/07/papa-ed-evoluzione.html

    Marco

    P.S. Ma te la sei letta tutta?

  2. Ricette naturali - L'estinto Says:

    […] "Ricette naturali", url: "http://www.lestinto.it/articoli/ricette-naturali/" });Quasi tutti: Weissbach è riuscito a farsi leggere grazie a un esergo che a tutto faceva pensare, tranne che a una […]

  3. meristemi Says:

    A me viene solo in mente Pierino Brunelli.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: