Riparare – 3: conclusioni

Segue da qui

Devo ancora spiegare il perché di questa operazione
(segue pippone da Aereo più pazzo del mondo).

Ho sempre il gusto di riparare qualsiasi cosa sia possibile (mi sento la parte buona del Visconte Dimezzato), ma stavolta ci tenevo in modo particolare.

Il motivo è che mi rincresceva di dover gettare uno strumento di acciaio inox – che potrebbe durare cent’anni – per colpa di un unico punto debole. C’era troppa sproporzione tra la stupidità del danno e l’incorruttibilità di tutto il resto.

Valeva la pena di perdere un po’ di tempo.

È stato un atto di ribellione: quasi tutte le riparazioni sono fuori dalla portata dell’uomo comune, anche in senso lato: non solo è difficile eseguirle, ma pure trovare qualcuno che la faccia per te.

Ma l’ostacolo è principalmente mentale: siamo così abituati a dover buttare via tutto (molte volte è davvero una necessità) che non sappiamo più riconoscere che in realtà spesso vale la pena di non arrendersi subito.

E soprattutto diventa arduo distinguere i casi in cui è meglio non perdere tempo da quelli in cui il valore residuo del bene è ancora alto.

Ma qualcosa mi dice che le cose stanno per cambiare.

E io mi sto preparando*:

Annunci

Tag: , , , , , , ,

Una Risposta to “Riparare – 3: conclusioni”

  1. schatten Says:

    Anche io sono una gran fautrice del restauro (c’entrerà il fatto che sono restauratrice)?
    Ma deve essere una malattia di famiglia; l’altro giorno un albero è caduto sul palo del telefono fuori casa dei miei (non sono ancora cablati) interrompendo la linea. Dopo due giorni di inutili chiamate a telecom, mio padre ultrasettantenne ha deciso di fare da sé e ha aggiustato tutto da solo, con successo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: