Archive for dicembre 2008

Mezzo minuto di raccoglimento

dicembre 31, 2008

cuill

(in risposta a Malvino)

(se ricordo bene era del Pigna)

Annunci

Ipocriti

dicembre 31, 2008

“Vietato allattare su facebook”

E i banner soft-porno, invece no?

Nota personale

Si legge al primo link:
La funzione primaria del seno delle donne è di alimentare i propri piccoli.
La visione “erotica” associata ad essa è solo una invenzione che appartiene agli uomini.

Ecco, la prima affermazione è corretta, ma la seconda – così come è formulata – è molto discutibile. Io sono a favore anche dei banner
😉

Italia esclusa dal concorso Android…

dicembre 30, 2008

La vedo solo adesso, ma è degna di entrare nella mia pagina degli orrori kafkiani.

Italia esclusa dal concorso Android (…) la burocrazia italiana ha scoraggiato anche un colosso mondiale come Google.

Santo Stefano (Belisari)

dicembre 26, 2008

Il compendio che segue vuole essere un saggio di quanto Elio e le Storie Tese siano parte essenziale del brodo di coltura (per non dire altro) in cui galleggiamo insieme a Shpalman; i titoli che ho fatto in tempo ad annotarmi sono una piccola parte di quelli che ho visto, e quello che leggo è solo una particella della blogosfera.

Se tanto mi dà tanto…

—   —   —

La terra dei cachi goes to Beijing (Formamentis)

Federalismo dei cachi (Yoshi)

OLIMPIADI/2/FORZA PANINO (FarFintaDiEssereSani)

Omosessualità: cosa ci vuoi fare? (Spinoza)

Come dei simbolici Big Jim –
Quel bisogno di scarpe che non vuole sentire ragioni
(Leonardo)

Aveva ragione Elio (Dotcoma)

Lieto mi addormento ebbro dei miei gas (Capemaster)

Gomito a gomito con l’aborto (Aioros)

How-you-call-you-how-many-years-you have? (Metilparaben)

Shpalman (Formamentis)

(io sarei per sostituire il festival con il dopofestival di EELST) (Formamentis)

essere-donna-oggi-vivere-il-prodigio-del-tuo-ciclo-mensile (Capemaster)

Essere donna oggi (Leonardo)

Le citazioni di Elio (Andrea Beggi)

Startup nazionali: Italia sì, Italia no (Tecnoetica)

Contro il logorio della vita moderna (reloaded) (Meristemi)

L’uomo moderno è nervosetto/
l’uomo moderno è plagiabìle
(via Meristemi)

—   —   —

La lista qui sopra sarà la prima tranche della pagina He (elio)

Regalo di Natale

dicembre 25, 2008

Il nostro post di Buon Natale lo trovate su Andapanda.

Io aggiungo (via Estinto e Silenzi) questo:

Forvo

Francesco, è proprio un bel regalo.

Terremoto3

dicembre 24, 2008

Oh, qui siamo alla terza botta in 8 ore.

Bourreaucratie*: la pagina

dicembre 23, 2008

Colmo di rabbia e tristezza ho iniziato un wallpaper sulle frustrazioni causate dalla burocrazia italiana. Giusto per non disperdere completamente le lacrime nella pioggia.

Lo so, cui prodest? Sì, in effetti io non ci andrei.

* So che in pochi apprezzeranno il calembour.
Sappiatelo, vi voglio bene.

Autarchia

dicembre 22, 2008

La casa di Ugo Bardi dev’essere abbastanza simile a quella di Archimede Pitagorico, con pannelli solari, casette per pipistrelli, compostatori elettrici, macchine per distillare l’umidità dell’aria e così via.

Ma ancora più simpatica è questa diatriba tra lui e la moglie sul fatto che il compost debba contenere o meno semi ancora fertili.

In pratica, con il compost tradizionale tu lo usi sull’orto e se c’erano dei pomodori è facile che dei semi rimasti diano origine a nuove piantine.

Per dire, io l’anno scorso ho messo nella compostiera un hamburger di fast food, e quest’anno dall’orto è saltato fuori, fresco fresco, un hamburger.

Lo stesso hamburger.

Varie (copia e incolla)

dicembre 21, 2008

1.

Il governo rinvia le class action di altri sei mesi.

Chi l’avrebbe mai detto.

2.

Giuseppe Regalzi scrive quello che avrei voluto scrivere io.

3.

“Bu’o d’ozono”: tramite Luca Massaro vengo a sapere dell’esistenza di questa reliquia di Galileo. Un po’ macabra, un po’ satirica.

Ci dice bischeri anche da morto.

Auto prostitutiva

dicembre 19, 2008

No, niente a che vedere con l’episodio Vernissage de “I mostri” di Risi.

Qui si parla di figli, in replica a questo post di Capemaster.

Causa riparazioni mi è capitato di ricevere un’auto sostitutiva* piuttosto tecnologica, piuttosto sportiva, piuttosto sfavillante e nera. Andando a prendere mio figlio (è fan di Spy Kids e Men in Black) lo prendo per mano e gli dico:

“Sai, oggi abbiamo la macchina delle spie. Ma non diamo nell’occhio, mi raccomando; potremmo essere sotto controllo.”

Lui la vede, strabuzza gli occhi, dice “Wow”, si gira di scatto verso un suo compagno che sta passando di lì con suo padre e (a voce ALTA in mezzo alla gente):

“Tuo papà non ce l’ha mica una macchina come questa!”

—   —   —

* Ci sono due scuole di pensiero per l’auto che deve avere uno come me: l’altra è “Più figa è l’auto, più bravo è il consulente”.