La triste vita del termosifone incazzato

Una delle tante cattive eredità tecniche di un passato di progettazione negligente sono i termosifoni incassati in nicchia.

Si tratta di una sfortuna molto diffusa, che aumenta le dissipazioni termiche dell’involucro edilizio.

E non c’è molto da fare, perché purtroppo anche la coibentazione tra radiatore e nicchia o non è possibile (in alcuni casi rischia di compromettere la convezione ottimale) o è solo palliativa: servirebbero svariati cm di spessore per l’isolante, ma non ci sono quasi mai.

Per verificare se a casa mia è opportuno isolarli sto effettuando delle simulazioni numeriche, ma non sono molto ottimista.

La soluzione vera richiede un serio intervento sull’impianto: portare in fuori i radiatori.

Annunci

Tag: ,

9 Risposte to “La triste vita del termosifone incazzato”

  1. paulista Says:

    e ovviamente riempire la nicchia vuota che lascerai… se no non risolvi

  2. Weissbach Says:

    ça va sans dire, mon vieux!

  3. stringbeanjean Says:

    A casa mia i termosifoni sono tutti fuori nicchia, dietro le porte.
    Ho delle porte caldissime il resto della stanza un po’ meno, ma il meglio sono le dimensioni dei radiatori: quello dell’ingresso che è una delle stanze più grandi della casa ha 5 elementi contro i 9 della camera da letto e del salotto.
    Vabbè che di solito non è una stanza abitata ma il freddo da lì si propaga…

  4. Weissbach Says:

    È vero, a fare scandalo c’è anche il “termosifone segregato”.
    Non è uno scherzo, è un classico degli errori di progettazione (se mai si può dire che la maggioranza degli alloggi siano davvero progettati).

    Rispetto al numero di elementi… probabilmente hanno sbagliato i conti, ma non è detto che in linea di principio il vostro proporzionamento sia sbagliato.
    1) Le stanze vanno calcolate anche in base al n° di mq su pareti ESTERNE, e forse l’ingresso non ne ha.
    2) Alcuni appartamenti (come il mio) hanno un layout circuitale ad ANELLO invece che a STELLA; questo significa che le temperature sono diverse, e solitamente i termo più “vicini” alla caldaia devono essere più piccoli.

    DUE consigli:
    a) hai verificato che il portoncino dell’ingresso non abbia spifferi?
    b) Fate periodicamente lo spurgo dell’aria dai rubinetti dei caloriferi (i nottolini in alto)?

  5. stringbeanjean Says:

    Effettivamente l’ingresso non ha nemmeno una parete che dà sull’esterno, quindi in teoria dovrebbe beneficiare del calore delle altre stanze che lo circondano.
    Però è sempre freddo, il che credo significhi che l’aria calda non circola.
    A differenza delle altre stanze non ha spifferi (ovvio dato che non ha nemmeno finestre).
    I termosifoni li sfiato regolarmente anche perchè a volte la pressione della caldaia sale un po’, specialmente quando viene riaccesa all’inizio della stagione fredda, quindi bisogna lavorarci un po’ su.
    L’anno scorso me l’hanno anche pulita seriamente, e da allora ho meno residui strani che escono dai rubinetti.

  6. Weissbach Says:

    Sono i famosi Nemici dell’igiene.
    Te li ricordi, quei famigerati?
    (quelli del seicentino, non quelli della pubblicità)

  7. luca mescoli Says:

    Avrei una bellissima foto all’infrarosso scattata con la mia termocamera dall’esterno; oltre alla dispersione di calore proveniente dal “termosifone incazzato” si vede pure quella proveniente dalla tubazione sottotraccia non coibentata.

    COME POSSO FARE PER INVIARVI L’IMMAGINE?

    PENSO CHE SE VENISSE ACCOSTATA ALLA FOTO DEL TERMOSIFONE VISTO DALL’INTERNO SENSIBILIZZEREBBE ULTERIORMENTE L’ANIMO DI MOLTI…
    …soprattutto dopo la chiusura dei rubinetti da parte del Sig. Putin…

  8. Weissbach Says:

    posta1lumachinaweissbach.it

  9. Weissbach » Edilizia di meNTa Says:

    […] la caldaia dell’appartamento del 1973 non era in buono stato fino a poco fa, e i termosifoni sono in nicchia. […]

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: