Aggiornamenti in scioltezza.

Visto che il tempo è poco e la stanchezza tanta, sfrutto Massimo Pigliucci:

…if there is no Big Guy in the sky looking out for us, then we are really responsible for our own actions, and that’s one of the scariest thoughts that ever crossed the human mind.

(God tells Midwest to approve gay marriage)

Comunque, alcuni brevi aggiornamenti:

  1. il pentolino è in ottima salute; l’epossidica tiene bene anche sul fuoco.
  2. l’osmosi, nonostante l’acqua durissima e le profezie di sventura, conserva ancora la sua efficienza iniziale. Dal prossimo luglio, poi, si va in una casa con addolcitore e non dovrebbero proprio esserci più rischi.
  3. Domani montiamo le nuove finestre con Uw=1.3; non sto più nella pelle (dal caldo).
Annunci

Tag: , , , , , ,

5 Risposte to “Aggiornamenti in scioltezza.”

  1. roberto Says:

    umh interessanti le finestre. Ma che significa finestre in pvc? il pvc sta tra un vetro e l’altro? quanto costano al m2? io ho le finestre in doppiovetro da anni ma non so che isolamento termico ha, c’è un modo per saperlo?

  2. Weissbach Says:

    E’ il telaio ad esser fatto di PVC.
    Attenzione che c’è pvc e pvc (con differenti prestazioni chimiche e di durata), così come ci sono molti diversi disegni di profilo (con differenti prestazioni meccaniche e termiche).

    Se hai delle finestre in legno di qualche lustro fa e dei vetrocamera standard la trasmittanza dei tuoi infissi dovrebbe aggirarsi intorno ai 3,2 W/m2°C.

    Che di per sé non è una gran prestazione (in pratica un infisso nuovo di qualità isola 2,5 volte di più), ma potrebbe essere già abbastanza perché la cosa più urgente da fare in casa tua sia un’altra.

    Resta vero che non ha senso parlare di “doppi vetri” in assoluto, perché ce ne sono di qualità molto diverse; e anche a parità di aspetto basta passare da una camera riempita con aria ad una riempita con argon per migliorare assai l’isolamento.

    A scopo puramente orientativo, trasmittanze in W/m2°C:

    finestre classiche con vetri semplici: circa 5
    finestre classiche con vetro camera comune: circa 3-3,5
    finestre recenti (tipiche anni 2000-2005): da 2 a 3
    finestre di qualità attualmente sul mercato: da 1 a 2

    E’ importante che le fai esaminare da un professionista (termotecnico),
    perché è anche lo stato di conservazione che conta.

  3. Aiace Says:

    belle le finestre, ma sono spagnole… anche qui vincono ai rigori oppure c’è qualcosa prodotto dall’industria nostrana?

    anche le finestre con telai in legno arrivano ad ottimi valori di Uw…

    ciao,

    A.

  4. Weissbach Says:

    Non solo possono arrivare agli stessi Uw, ma in generale sono più belle.
    Non sto a riepilogare adesso tutto il percorso che mi ha portato a scegliere Finstral; diciamo che forse è la scelta migliore per le mie tasche e le prospettive di manutenzione, considerando che è importante anche chi le monta.
    Aggiornamento: stasera le ho viste finite e devo dire che sono notevoli.

  5. Weissbach Says:

    Comunque non sono spagnole, sono italiane (Bolzano).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: