Come misurare il consumo degli apparecchi elettrici – 1

(da una richiesta di Capemaster)

Ci sono due metodi: cumulativo e istantaneo.
Per il primo serve un contatore, e ne parlerò in un prossimo post.
(vedere la valigetta PAEA)

Io uso il secondo, in un modo rozzo ma efficace: un banale amperometro a pinza.

Fra la presa di corrente e l’utenza si interpone una prolunga con la guaina esterna spellata (solo quando non ho bambini in giro), in modo da separare neutro e fase (il conduttore di terra può stare dove ti pare).

Poi con la pinza dell’amperometro si chiude uno solo dei conduttori.
Si leggono gli ampère in C.A. e si moltiplicano per la tensione (230V? per essere precisi servirebbe anche un voltmetro).

Una precisione del 10% è tutto quello che serve, e per quella basta un tester da pochi euro.
Tanto poi bisogna fare un’integrazione stimando il peso delle variazioni di carico durante le ore di funzionamento.

Certo, un contatore è più preciso sul dato bruto, ma non permette di capire subito – ad esempio – se un pc è più efficiente come mulo o come cavallo da corsa.

PS: il tester della foto costa 10 euro.

Tag: , ,

4 Risposte to “Come misurare il consumo degli apparecchi elettrici – 1”

  1. utente anonimo Says:

    Nella valigetta PAEA
    http://www.paea.it/it/valigia_risparmio-energetico.php
    c’è un interessante wattmetro, non so però se si trova da solo e credo costi abbastanza, almeno un centinaio di euro se non di più
    comunque interessante, questo kit, vero?

  2. utente anonimo Says:

    Interessante sì!
    (link cliccabile)

    Direi che l’oggetto in questione sia un CONTATORE,
    e quindi di un apparecchio che si può mettere a monte di qualsiasi elettrodomestico per misurare il consumo totale effettivo – ad esempio – di un ciclo di lavaggio.

    Sto cercando in giro dove acquistare oggetti di questo tipo.

  3. utente anonimo Says:

    Tempo fa ho fatto realizzare da un collega un sistema che campiona la corrente in ingresso e la manda via seriale a un PC. Mi serviva per fare gli esperimenti per un paper. Basta un semplice PIC e un po di manualità con l’elettronica (cosa che io non ho). Se siete interessati, mi faccio dare lo schema.

  4. capemaster Says:

    Oh, ecco…
    la guida Dumb Proof era quello che mi ci voleva.

    Grazie.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: